author Tel: (+39) 0784 1896176

Confronta gli annunci

La responsabilità dell’Agente immobiliare

La responsabilità dell’Agente immobiliare

Agente Immobiliare

Prendo spunto da una conversazione telefonica con un cliente che mi fece la seguente domanda: “Quali sono le responsabilità tue in caso di problemi sull’immobile?” In sostanza il cliente mi chiese se, in seguito alla vendita dovessero insorgere problematiche di tipo urbanistico (abusi edilizi, difformità rispetto al progetto, ipoteche giudiziali e qualsivoglia situazione pregiudizievole) sarei stato chiamato a rispondere dei danni subiti.

Una domanda giusta e che chiaramente denota quanto di fatto la categoria degli agenti immobiliari non siano degni di fiducia quando si tratta di mediazione. E’ come se chiedessimo ad un medico di mostrarci il tuo titolo di studio perché non siamo certi che potrà curarci al meglio.

Premesso che le responsabilità nella mediazione di un affare immobiliare ricadono sul venditore (proprietario dell’immobile), ciò non esonera l’agente immobiliare dall’accertare la congruità dell’affare, non solo sotto il piano economico ma sopratutto sotto il profilo urbanistico e libertà da gravami.

Se durante lo svolgimento di una mediazione l’agente immobiliare non si comporta seguendo l’ordinaria diligenza richiesta al professionista rischia una condanna e di dover risarcire la parte lesa. La Corte di cassazione con la sentenza 19095/2011  conferma la condanna inflitta ad un’agenzia immobiliare per aver fatto sottoscrivere un contratto preliminare di acquisto, con relativo anticipo e pagamento della commissione, senza però aver informato l’acquirente che sull’immobile gravava un’ipoteca giudiziale.

E’ stato ribadito un concetto fondamentale: se è vero che il mediatore immobiliare non è tenuto a svolgere indagini di natura tecnico giuridica, come l’accertamento della libertà dell’immobile oggetto del trasferimento, mediante le visure catastali e ipotecarie,  è altrettanto vero che “è comunque tenuto a un obbligo di corretta informazione secondo il criterio della media diligenza professionale”.

Una corretta informazione “lo obbliga a comunicare le circostanze a lui note, o comunque conoscibili con la comune diligenza che si richiede al mediatore stesso e gli vieta invece di fornire informazioni su circostanze che non abbia controllato”. È una sentenza importantissima, quella della Conte di Cassazione.

E’ una sentenza importantissima che, se da un lato tutela i professionisti del settore seri e qualificati, dall’altro protegge i cittadini hanno a che fare con agenti immobiliari non qualificati. Il mediatore immobiliare deve essere considerato a tutti gli effetti come un professionista, con tutte le responsabilità che ciò comporta

In conclusione

Pretendete tutta la documentazione che confermi quanto dichiarato dall’agente e dal venditore e nel dubbio, incaricate un tecnico e/o un notaio per svolgere le necessarie indagini.

Noi di Orizzonte Case Sardegna ce la mettiamo tutta per essere competenti ed irreprensibili.

img

Bruno Riccardo Pala

Post correlati

L’orizzonte di un investimento immobiliare…

E' un mondo frenetico il nostro. Molto frenetico. Al punto che, a volte, ci può far dimenticare...

Continua a leggere
di Bruno Riccardo Pala

Sardegna e usucapione immobiliare

Sardegna e usucapione immobiliare Chiunque si sia affacciato al mercato immobiliare in Sardegna...

Continua a leggere
di Bruno Riccardo Pala

Perchè affidarsi ad un agente immobiliare

L’agente immobiliare oggigiorno è inutile! Ora mai anche un privato che vuole vendere casa non...

Continua a leggere
di Bruno Riccardo Pala

Partecipa alla discussione